Istituto Comprensivo di Villafranca Padovana
PDF Stampa E-mail
Scritto da Susanna Masiero   
Venerdì 22 Gennaio 2016 11:57

I genitori degli alunni delle future classi prime possono visitare i plessi

delle scuole primarie e secondarie dell'I.C. di Villafranca Padovana

secondo il seguente calendario:

PRIMARIA

"DUCA D'AOSTA" - Villafranca Padovana:

26 gennaio dalle ore 9.00 alle ore 11.00

1 febbraio dalle ore 14.00 alle ore 16.00

 

"G. ALLEGRI" - Taggì di Sopra:

26 gennaio dalle ore 8.30 alle ore 9.30

27 gennaio dalle ore 9.00 alle ore 10.00.

 

"G. NEGRI" - Taggì di Sotto:

27 gennaio dalle ore 11.15 alle ore 12.15

30 gennaio dalle ore 8.40 alle ore 9.40

 

"F. BARACCA" - Ronchi di Campanile:

1 febbraio dalle ore 16.00 alle ore18.00

3 febbraio dalle ore 11.00 alle ore 12.00

 

"M. MONTESSORI" - Campodoro:

28 gennaio dalle ore 11.00 alle ore 13.00

1 febbraio dalle ore 13.00 alle ore 14.00

5 febbraio dalle ore 9.00 alle ore 11.00

 

SECONDARIA

"I.CALVINO" - Taggì di Sotto:

29 gennaio:

1°turno alle ore 9.00

2°turno alle ore 11.15

30 gennaio:

alle ore 10.00


"R.LEVI MONTALCINI" - Campodoro:

28 gennaio dalle ore 9.00 alle ore 12.00

30 gennaio dalle ore 9.00 alle ore 12.00

 

"D.ALIGHIERI"- Villafranca Padovana:

1 febbraio

alle ore 9.00

5 febbraio

alle ore 11.20

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Susanna Masiero   
Lunedì 18 Gennaio 2016 13:00

CRITERI PER L'ACCOGLIMENTO DELLE ISCRIZIONE DEGLI ALUNNI AI PLESSI

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Vincenza Sgura   
Lunedì 11 Gennaio 2016 12:53


SABATO 23 GENNAIO 2016


PRESSO LA SALA POLIVANTE DEL COMUNE DI VILLAFRANCA PADOVANA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO INCONTRA LE FAMIGLIE

 

dalle ore 10.00 alle ore 11.00 per i nuovi iscritti alla scuola secondaria

dalle ore 11.30 alle ore 13.00 per i nuovi iscritti alla scuola primaria

 


 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Susanna Masiero   
Mercoledì 23 Dicembre 2015 11:43

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Susanna Masiero   
Mercoledì 23 Dicembre 2015 10:59

 

LO SPAZIO DELL’ARIA

 

Nei disegni dei bambini, il cielo è spesso rappresentato da una sottile striscia azzurra, tirata lungo il margine superiore del foglio; la base è invece occupata dalla linea, altrettanto sottile, della terra o dell’erba. E in mezzo, tra la terra e il cielo, cosa c’è, niente?

A questa domanda, i bambini vi guardano dapprima stupiti, poi con indulgenza: in effetti, i grandi non sono mai stati molto svegli.

C’è l’aria! Cosa vuoi che ci sia tra la terra e il cielo? L’aria, e per lasciare il maggior spazio possibile all’aria, i bambini segnano appena i confini, tanto che la terra e il cielo diventano solo una cornice, un contenitore che serve all’aria per non scappare via.

Perché è l’aria il posto dove avvengono le cose, il luogo degli alberi e delle persone, degli animali e delle case. Il cielo è troppo lontano, ci vanno al massimo gli uccelli; la terra è troppo dura, è fatta per i lombrichi.

Tutto avviene nello spazio dell’aria: sotto il foglio la terra continua, e sopra il foglio continua il cielo; per quanto avanti non si sa, ma nemmeno è importante saperlo, perché ciò che conta è tutto qui all’interno del foglio, l’unico posto dove è possibile disegnare il mondo.

I bambini ci invitano a usare bene lo spazio dell’aria e anzi ci spingono a estenderlo rendendo sempre più sottile quello delle cose che non possiamo raggiungere e quello delle cose che non possiamo cambiare.

Lo spazio dell’aria rappresenta il luogo della vita e degli incontri, ma può diventare per noi anche lo spazio del sogno e dell’impegno per realizzarlo.

Lo auguro a tutti voi e a me stesso.

 

Buon Natale

Francesco Callegari

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Susanna Masiero   
Venerdì 20 Novembre 2015 18:43

 

IMPARATE PAROLE

Cari ragazzi,

a pochi mesi dall’attacco alla redazione di Charlie Hebdo, i fatti di Parigi della scorsa notte hanno rinnovato in Europa l’esperienza della barbarie.

Stavolta, però, i terroristi hanno colpito uomini e donne riuniti in luoghi di pace e bellezza: ciò prova che lo “scontro di civiltà”, che alcuni temono, non c’è.

La civiltà sul pianeta è una soltanto: ne fanno parte i credenti, di tutte le fedi, che rifiutano che, in nome di Dio, possa giustificarsi il disprezzo dell’uomo, e i non credenti che rifiutano, in nome dell’intelligenza che a nessuno è negata, che una strage di innocenti possa mai rappresentare la soluzione a un qualsiasi problema. Ma che dire dei giovani che, a questa illusione atroce, sacrificano la vita propria e altrui? Quale arroganza li nutre?

La civiltà, unica sul pianeta, è di tutti e soli coloro che accettano di affrontare i conflitti, le crisi, le difficoltà con l’arma della parola, che però, come tutte le armi, occorre imparare a maneggiare.

Nella tristezza di questa giornata, si fa dunque strada la considerazione che, oggi, il vostro compito è più chiaro: leggete, ragazzi, imparate parole, imparatene tantissime, in tutte le lingue: ce n’è una per ogni sfumatura del vostro cuore e dei vostri pensieri, una per ogni sfumatura del cuore e dei pensieri degli altri; senza la sfumatura, tutto diventa piatto e l’infinita ricchezza di sé e dell’incontro con l’altro si perde, perché la comunicazione viene semplificata, banalizzata, abolita.

Imparate moltissime parole e esercitatevi a usarle: scoprirete che capirsi non è facile, che il malinteso è dietro l’angolo e il chiarimento arriva solo dopo, se ci diamo il tempo di arrivarci, se abbiamo o siamo disposti a cercare le parole per farlo. Sforzatevi di essere precisi, state attenti al dettaglio, siate pazienti se non capite subito o se qualcuno non vi capisce subito.

È un cammino che può essere lunghissimo e molte volte frustrante, ma una è la via della pace e non ammette scorciatoie. La pace non è andare tutti d’accordo: è capire che ciò che è radicalmente diverso può non essere nemico, pur restando diverso. È scoprire che non occorre annientare nessuno perché si compiano o il volere di Dio o il progetto della nostra vita.

Nadia Vidale, dirigente scolastico


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 26

I nostri Plessi

  • I nostri plessi
  • I nostri plessi
  • I nostri plessi
  • I nostri plessi
  • I nostri plessi
  • I nostri plessi
  • I nostri plessi
  • I nostri plessi
  • I nostri plessi
  • I nostri plessi

Pubblicità sindacale

Amm.zione trasparente

Iscrizioni on line

Chi è online

 5 visitatori online

Albo pretorio online